Negli ultimi anni il mondo della tecnologia è cambiato velocemente e senza dubbio nei prossimi anni si diffonderanno servizi innovativi e nuove tecnologie . Con la comparsa di nuovi prodotti ci sono altri che scompaiono, così come è già successo per molti oggetti del passato. Le nuove tecnologie che utilizzeremo quotidianamente in un futuro non troppo lontano già iniziano a diffondersi, eccone alcune.

Contanti, carte di credito e  ATM: cosa ci sarà nel nostro portafoglio digitale?

Il 95% degli under 35 già oggi sono abituati ad acquistare o pagare con app e servizi digitali dedicati. Ormai  Il “new digital payment” attraverso piattaforme di e-commerce, app mobile, mobile wallet e mobile POS  si sta rapidamente affermando. Solo nel 2015  gli acquisti di beni e servizi via smartphone e app  sono aumentati del 71%,  grazie  alla semplificazione della fase di pagamento garantita dai mobile wallet. I mobile wallet o portafogli digitali offrono in un’unica soluzione numerosi servizi diversi come pagamento di bollette, ricariche telefoniche, acquisto dei biglietti  per mezzi di trasporto. La penetrazione dei mobile wallet attraverso le app mobile  e delle app delle utility ha già fatto registrare per il mobile payment di beni e servizi un aumento del 75%,  superando i 300 milioni di euro.  Non è difficile pensate che in un futuro non molto lontano non si userà più contante e quindi non saranno necessari più i sistemi ATM.

 

Addio chiavetta USB

Entro il 2020 il 70% delle persone nel mondo useranno uno smartphone. Questo significa che i network dei dati online copriranno il 90% della popolazione mondiale. Per archiviare i dati online non si useranno più dispositivi come le chiavette USB, che come i CD-Rom e i floppy disk saranno solo un ricordo del passato. Conservare i dati sarà sempre più facile ed economico usando i servizi cloud come quelli già ora disponibile di Apple, Box, Dropbox, Google e  Microsoft.

Accessi più facili e sicuri senza password

Oggi ogni persona ha almeno 19 password e nella maggior parte dei casi sono password troppo facili e non sicure. Molti player del digitale stanno mettendo a punto nuovi sistemi di identificazione più facili ma soprattutto più sicuri. La biometrica inizia a diffondersi soprattutto per i servizi legati ai dispositivi mobile, che sono ormai il punto d’accesso privilegiato per l’attività online. Impronte digitali. riconoscimento vocale e facciale sostituiranno le password che spesso non sono altro che il nome del proprio cane o la data di nascita. In questo modo diminuiranno i rischi di sicurezza per i propri dati e non ci sarà il problema di non ricordarequale password usare.

 

Controllo remoto

Girare per casa cercando di spegnare allarmi o sistemi di depurazione dell’aria non sarà più un problema.  La smart home e i dispositivi wearable connetteranno 17.6 miliardi di oggetti entro il 2020. Ciò significa un controllo automatico, più rapido ed efficiente. Dispositivi come Amazon Echo già presentano un tipo di controllo  intelligente della casa .

 

Documenti cartacei

Le lunghe trafile per avere documenti cartacei e copie firmate presto potranno finire grazie al cloud. Basta quindi a raccomandate, documenti scannerizzati e inviati via fax, sarà necessario usare un sistema di cloud per qualunque tipo di transazione di documenti. Il cloud e le procedure digitali sono già adottate con successo da compagnie di assicurazione o società bancarie, ma anche società che vendono prodotti tecnologici. Il digitale nel caso di documenti e burocrazia è più efficiente, riduce i costi e migliora l’esperienza della persone.

 

La lista di nuove tecnologie continuerà sicuramente ad allungarsi. Attenzione però! Non tutte le nuove idee e le innovazioni, pur essendo rivoluzionarie, riusciranno davvero a cambiare abitudini e comportamenti dei milioni di persone.

 

Leave a Reply