Dopo  Periscope e  Facebook Live, anche Google sta realizzato un’applicazione dedicata per  il video livestreaming . Secondo il sito VentureBeat, il nuovo servizio di video livestreaming si chiamerà You Tube Connect e inizialmente sarà disponibile per Android e iOS.  You Tube Connect avrà funzionalità simili a quelle presenti su Periscope o Facebook Live. Si può accedere all’app utilizzando l’account Google o quello di You Tube e subito si può avviare un live streaming dal proprio smartphone. Lo streaming  ha una live chat  per ottenere reazioni live dai propri followers, e un  news feed che mostra gli ultimi  video di amici o i filmati dei canali che  si seguono sulla piattaforma. Inoltre è disponibile anche un’opzione per taggare amici e followers nei live video. I video trasmessi  potranno essere guardati sia sull’app che sul proprio canale Youtube, anche in differita  se l’utente decide di registrarli. L’app non presenta ancora un’ integrazione con Facebook e Twitter, una funzionalità questa che faciliterebbe la condivisione del live streaming sui diversi social network.

In realtà un servizio di live streaming già è disponibile su YouTube  ma non è molto utilizzata. Si spera che questa nuova applicazione possa raggiungere un numero di utenti maggiore,  sfruttando anche il vantaggio di offrire un apparato server molto più evoluto e affidabile in grado di garantire una qualità video superiore rispetto a quella di Periscope. Youtube  oggi continua ad essere sinonimo di video e integrare questa piattaforma con un’applicazione di live streaming significa guardare al futuro, anche se in case Google si è aspettato troppo per prendere questa direzione.  Con You Tube Connect Google punta proprio a far concorrenza ai servizi analoghi  di Periscope , che conta circa 10 milioni di utenti, e Facebook Live con oltre 900 milioni.  L’applicazione non è stata ancora lanciata sul mercato ma stando ad alcune  indiscrezioni  ci potrebbe essere un possibile debutto  al  Google I/O, che si terrà a San Francisco il prossimo 18 maggio.

Leave a Reply